FilmBrutti Forum

Si è toccato il fondo!!!!, Natale a Beverly Hills è un film di "interesse culturale"

« Older   Newer »
Morpho
view post Posted on 20/12/2009, 23:10




Film di interesse culturale ...... certo che a questi non manca il coraggio! Questa "fa il paio" con la minaccia di far vedere Barbarossa ai ragazzi delle medie, corrompere la mente dei giovani con stupidaggini ed offrire benefici anche di carattere fiscale a chi produce edificanti opere riguardanti l'uso industriale del turpiloquio condito con battute da terza media.
A questo punto aspettiamoci Jerry Cala' ministro della cultura, bravi bravi! :sick:
 
Top
view post Posted on 21/12/2009, 00:02
Avatar

Gappa

Group:
Member
Posts:
3,726
Location:
Roma

Status:


AHAHAHAHA!!! In Francia non l'hanno mai fatto il cinepanettòn!

Natale a Pavigi
(Noèl en Paris)

Regia: Jean-Luc Godard, Eric Rohmer, Alain Resnais, Neri Parenti e Jacques Rivette
Cast: Christian De Sica, Paolo Conticini, Sabrina Ferilli, Emanuele Prepuzio, Michelle Hunziker, Alberto Tomba, Laetitia Casta, Virginie Ledoyen, Ludivine Sagnier (con le ultime tre può esse che me lo vado a vede), Gerard ''Le Marchettòn'' Depardieu, Alain ''Camerata'' Delon, Jean-Paul Belmondo, Michel Piccoli, Catherine Deneuve, Franco Nero (non può mancare!), Giancarlo Giannini (pure lui).

Trama:

Film a episodi.

UTP '09 di JLG

Remake basato sulla prima versione della sceneggiatura di Ultimo Tango A Parigi, ovvero la storia d'amore tra una coppia gay (De Sica e Conticini)

Racconto di Natale di Eric Rohmer

Il pilota d'aerei Fabiè Trivellòn alle prese con due mogli e un turista scemo.

Centocelle mon amour (aka L'anno scorso a Centocelle) di Alain Resnais

Storia d'amore tra un intellettuale giapponese (De Sica) e un'attrice francese (Sabrina Ferilli), ostacolata dal carabiniere Alex Corso (Alberto Tomba) detto ''L'Ariete''. Finale tragico con Leva Botàzzi (M. HUNZINKER) arrivata dal passato, e sposa del povero Ròbi, da tutti creduto morto in una sparatoria.

Natale a Parigi di Neri Parenti

La solita storia, con l'80% di parolacce in più. Alain Delon e Jean-Paul Belmondo, un pò anzianotti ma sempre cool, sono due tipici italiani burini in vacanza a Parigi. La loro ignoranza della lingua francese li porterà in comiche disavventure, ma anche no.

Noel Nous Appartient aka Out 1: Noli me Tangere le Noel di Jacques Rivette

Progetto sperimentale di 24 ore su 23 imbecilli che vogliono passare il Natale a Parigi

''I have existed from the morning of the world and I shall exist until the last star falls from the night. Although I have taken the form of Gaius Caligula, I am all men as I am no man and therefore I am a God'' (Malcolm McDowell, Caligula)
I play the street life/Because there's no place I can go/Street life/It's the only life I know (The Crusaders, Street Life)
I never lose. Never really. (Alain Delon, Le Samourai)
La vita dovrebbe essere vissuta al contrario.
Tanto per cominciare si dovrebbe iniziare morendo, e così tricchete
tracchete il trauma è bello che superato.
Quindi ti svegli in un letto di ospedale e apprezzi il fatto che vai
migliorando giorno dopo giorno.
Poi ti dimettono perché stai bene e la prima cosa che fai è andare
in posta a ritirare la tua pensione e te la godi al meglio. Col passare
del tempo le tue forze aumentano, il tuo fisico migliora, le rughe
scompaiono.
Poi inizi a lavorare e il primo giorno ti regalano un orologio d’oro.
Lavori quarant’anni finchè non sei così giovane da sfruttare
adeguatamente il ritiro dalla vita lavorativa.
Quindi vai di festino in festino, bevi, giochi, fai sesso e ti prepari
per iniziare a studiare. Poi inizi la scuola, giochi con gli amici,
senza alcun tipo di obblighi e responsabilità, finchè non sei bebè.
Quando sei sufficientemente piccolo, ti infili in un posto che
ormai dovresti conoscere molto bene. Gli ultimi nove mesi te li
passi flottando tranquillo e sereno, in un posto riscaldato con
room service e tanto affetto, senza che nessuno ti rompa i
coglioni.
E alla fine abbandoni questo mondo in un orgasmo.
Woody Allen


tumblr_mcf048AyDT1rbsxueo1_500
o28_00
 
PM  Top
view post Posted on 21/12/2009, 14:46
Avatar

Gappa

Group:
Member
Posts:
2,350
Location:
Pianeta Spaceball

Status:


CITAZIONE (Jimmy Matthews @ 20/12/2009, 22:01)
CITAZIONE (figlionumero1 @ 20/12/2009, 21:41)
non commento la notizia perchè sul forum non si può bestemmiare...! in ogni caso Jimmy l'accostamento con Il comune senso del pudore (si era La cavalcata) è inappropriato: lì si trattava di una citica della deriva del cinema anche d'essai degli anni '70, volendo prendere quel film come esempio però c'è da dire che il pubblico di burinozzi merdosi che Sordi trovava nella prima sala (quella col film sulla novizia) è abbastanza raresentativo dei fini intellettuali che vanno a vedere questi film "di interesse culturale"...!

figlio rileggi bene, non metto a paragone i due film, dico che il personaggio dell'intellettuale che va al cinema a vedere le stronzate, e le rivaluta per stare a posto con la coscienza era già presente in quel film :)

eh però il fatto è che gli intellettuali in quel film non andavano a vedere una stronzata come nella parodia a cui rispondevi, ma un film d'essai che nella visione di Sordi era ormai arrivato al livello di volgarità del cinema popolare, per questo il paragone era leggermente impreciso, qui siamo di fronte al contrario: il film becero e volgare elevato a film d'essai (non so quale delle due situazioni sia peggio! :lol: )

Lo sapevo: sono circondato da stronzi!

Casco is back! image
 
PM Email  Top
view post Posted on 21/12/2009, 15:39
Avatar

Gappa

Group:
Member
Posts:
2,211
Location:
Twin Peaks

Status:


CITAZIONE (Frank Costello @ 20/12/2009, 16:51)
E Roma Città Aperta è un leggero film d'evasione, perfettamente inutile, volgare e mal recitato, che regala piacevole intrattenimento a chi vuole staccare il cervello per un pò.

Abbiamo trovato il nuovo Bertarelli!

CITAZIONE (Jimmy Matthews @ 20/12/2009, 21:03)
CITAZIONE (Frank Costello @ 20/12/2009, 19:23)
La cosa che mi ha lasciato basito è il titolo di ''film d'essai''. C'è la vetvospettiva con Natale a Bevevly Hills, Natale a Vio, e Natale sul Nilo alla Cinematheque Française, in fvancese che fa più vaffinato.

Magari visto che possono fregiarsi di questo nuovo titolo, il prossimo film lo faranno proprio in francia.

Propongo un paio di dialoghi. De Sica cerca di abbordare un gruppo di studentesse, tra di loro c'è un attrice francese nota anche al pubblico italiano.
Attrice francese che si presta a un film del genere, tipo Letitia Casta: Nous allons a le centre Pompidou.
Christian De Sica: Come pompo io? No, c'è stato un malinteso, pompi tu. (sorridendo ammiccante) Eh, io 'ste cose nun le faccio mica.

In un'altra scena la Casta e De Sica si recano a comprare libri usati.
Letitia Casta: Et voilà, les bouquinistes.
Christian De Sica: (con tono sorpreso) Ma come, così davanti a tutti? Ma se po' fa? Oddio, ma questo è 'n vecchio. (il tono diventa iroso) Eh no, e poi nun è vero che i francesi so' tutti froci.
Attore francese che si presta a queste cose basta che lo paghino, tipo Gerard Depardieu: Oui, oui, oui, je suis le bouquiniste (mandando bacini a De Sica).

CITAZIONE (Frank Costello @ 20/12/2009, 23:02)
AHAHAHAHA!!! In Francia non l'hanno mai fatto il cinepanettòn!

Natale a Pavigi
(Noèl en Paris)

Regia: Jean-Luc Godard, Eric Rohmer, Alain Resnais, Neri Parenti e Jacques Rivette
Cast: Christian De Sica, Paolo Conticini, Sabrina Ferilli, Emanuele Prepuzio, Michelle Hunziker, Alberto Tomba, Laetitia Casta, Virginie Ledoyen, Ludivine Sagnier (con le ultime tre può esse che me lo vado a vede), Gerard ''Le Marchettòn'' Depardieu, Alain ''Camerata'' Delon, Jean-Paul Belmondo, Michel Piccoli, Catherine Deneuve, Franco Nero (non può mancare!), Giancarlo Giannini (pure lui).

Trama:

Film a episodi.

UTP '09 di JLG

Remake basato sulla prima versione della sceneggiatura di Ultimo Tango A Parigi, ovvero la storia d'amore tra una coppia gay (De Sica e Conticini)

Racconto di Natale di Eric Rohmer

Il pilota d'aerei Fabiè Trivellòn alle prese con due mogli e un turista scemo.

Centocelle mon amour (aka L'anno scorso a Centocelle) di Alain Resnais

Storia d'amore tra un intellettuale giapponese (De Sica) e un'attrice francese (Sabrina Ferilli), ostacolata dal carabiniere Alex Corso (Alberto Tomba) detto ''L'Ariete''. Finale tragico con Leva Botàzzi (M. HUNZINKER) arrivata dal passato, e sposa del povero Ròbi, da tutti creduto morto in una sparatoria.

Natale a Parigi di Neri Parenti

La solita storia, con l'80% di parolacce in più. Alain Delon e Jean-Paul Belmondo, un pò anzianotti ma sempre cool, sono due tipici italiani burini in vacanza a Parigi. La loro ignoranza della lingua francese li porterà in comiche disavventure, ma anche no.

Noel Nous Appartient aka Out 1: Noli me Tangere le Noel di Jacques Rivette

Progetto sperimentale di 24 ore su 23 imbecilli che vogliono passare il Natale a Parigi

Complimenti, potreste essere i prossimi sceneggiatori di De Sica, mentre rsi potrebbe stare con Boldi (vedi #entry162861964).

Cooper, you remind me today of a small Mexican Chihuahua.
 
PM Email  Top
Jimmy Matthews
view post Posted on 21/12/2009, 21:56




CITAZIONE (Varre @ 21/12/2009, 14:39)
Complimenti, potreste essere i prossimi sceneggiatori di De Sica, mentre rsi potrebbe stare con Boldi (vedi #entry162861964).

Magara, io ci metterei la firma, non so Frank e rsi :D

Però Frank, in un eventuale "Noel en Paris" non possono mancare alcuni personaggi.
Stefano Accorsi è intento a sperimentare sessualmente che two gust is megl che uan, infatti dopo essersi innamorato di Sophie Marceau la sua ossessione diventerà quella di essere posseduto da Fantomas.

In un altro episodio Fabrizio Corona, scappato con Belen Rodriguez in Francia per sfuggire alla magistratura italiana e per questo osannato dalla sinistra francese, scopre che Patrick Juvet potrebbe essere il figlio segreto di Amanda Lear. In realtà, alla fine della storia si saprà che i due sono la stessa persona.

Monica Bellucci e Vincent Cassel sono incaricati da una donna misteriosa di rubare la Gioconda per riportarla in Italia. Ci riusciranno, ma verranno lasciati dalla loro committente (che si scoprirà essere Wlady vestito da donna, un espediente giù usato in "L'uomo che sfidò l'organizzazione") in mano alla gendarmeria. Riusciranno ad evadere a furia di testate alle guardie francesi sospinti dalla voce di Materazzi, e nel seguito tenteranno di riportare in Italia...la Corsica.

Ma ci sarà anche della buona satira politica. In una scena un sosia di Chirac scorreggia rumorosamente sugli Champs-Élysées, e De Sica commenta" Ma che schifo! Ma nun te la potevi tene' petté 'sta bomba atomica!", riferendosi ai test nucleari francesi del 1995 a Mururoa.

Gran finale con tutto il cast che balla sulle note di "Disco samba". C'è anche Jean Marie Le Pen, che sculetta inconsapevolmente sulle note della versione remix di "Tammurriata nera", e un personaggio vestito da Diabolik che ne sodomizza uno vestito da Asterix.

Nella variegata colonna sonora tutti i remix più maranza delle canzoni di Patrick Juvet e di Amanda Lear, DJ Fabio - Materazzi vs Zidane E non viene risparmiata nemmeno Dalida "ovviamente" rappresentata fisicamente da Sabrina Ferilli che l'ha interpretata in una fiction.


CITAZIONE (figlionumero1 @ 21/12/2009, 13:46)
CITAZIONE (Jimmy Matthews @ 20/12/2009, 22:01)
figlio rileggi bene, non metto a paragone i due film, dico che il personaggio dell'intellettuale che va al cinema a vedere le stronzate, e le rivaluta per stare a posto con la coscienza era già presente in quel film :)

eh però il fatto è che gli intellettuali in quel film non andavano a vedere una stronzata come nella parodia a cui rispondevi, ma un film d'essai che nella visione di Sordi era ormai arrivato al livello di volgarità del cinema popolare, per questo il paragone era leggermente impreciso, qui siamo di fronte al contrario: il film becero e volgare elevato a film d'essai (non so quale delle due situazioni sia peggio! :lol: )

Sinceramente l'ho visto troppi anni fa per ricordarmelo, ma mi sa che hai ragione tu.

Edited by Jimmy Matthews - 21/12/2009, 22:11
 
Top
patrizia fernandez
view post Posted on 21/12/2009, 23:20




ce volevo andare ieri sera,ma il buon senso me lo ha impedito buttare 8 euro in 1 film simile,interesse culturale dove,ma scherziamo
la hunzinker,che fa' sempre il ruoloo della super eroine.qui dice di essere la pamela anderson de noantri,ride sempre come 1 scema,ride in continuazione anche in situazioni ,che verrebbe da piagne
de sica e' ora che vada a ritira' i soldi alle poste o in banca(in pensione=rubicondi me sa' che ha finito i soldi della trump dato che si da' al cinema
non ho parola
 
Top
rsi
view post Posted on 22/12/2009, 08:23




AH AH AH AH AH AH AH AH bhè perchè no! :lol: c'è lha metto pure io la firma :lol: in effetti è vero, io sono più da boldi,da battute con le scoreggie,il cesso,ecc. :lol: :lol: :lol: di episodi così me ne so capitati na marea,si potrebbero trasformare in pellicola! :)

però sarebbe bella come cosa.utenti di filmbrutti che scrivono un cinepanettone brutto :lol:

ma soprattutto è stano che non abbiano mai fatto natale a budapest,a mosca(come in vita smeralda),a bucarest,a praga,ecc. con gli italiani che si imbattono nelle strafigone dell'est.

 
Top
Jimmy Matthews
view post Posted on 22/12/2009, 11:47




CITAZIONE (Jimmy Matthews @ 21/12/2009, 20:56)
Stefano Accorsi è intento a sperimentare sessualmente che two gust is megl che uan, infatti dopo essersi innamorato di Sophie Marceau la sua ossessione diventerà quella di essere posseduto da Fantomas.

Belfagor!!! Ma quale Fantomas! la cosa bella è che sono andato sulla pagina wikipedia di Fantomas e mi son detto "ammazza, ma non assomiglia per niente a quello del remake con Sophie Marceau". E ti credo, era un altro personaggio...
 
PM  Top
view post Posted on 22/12/2009, 12:26
Avatar

Gappa

Group:
Member
Posts:
4,713
Location:
Ironville

Status:


CITAZIONE (rsi @ 22/12/2009, 07:23)
ma soprattutto è stano che non abbiano mai fatto natale a budapest,a mosca(come in vita smeralda),a bucarest,a praga,ecc. con gli italiani che si imbattono nelle strafigone dell'est.

è solo una questione di tempo, amigo... purtroppo

CITAZIONE (Jimmy Matthews @ 22/12/2009, 10:47)
Belfagor!!! Ma quale Fantomas! la cosa bella è che sono andato sulla pagina wikipedia di Fantomas e mi son detto "ammazza, ma non assomiglia per niente a quello del remake con Sophie Marceau". E ti credo, era un altro personaggio...

però mi hai fatto tornare in mente quei bellissimi film su Fantomas con Louis De Funés, che erano a metà strada fra uno 007brutto e l'ispettor Clouseau... fantastici :D

 
PM Email Web  Top
view post Posted on 22/12/2009, 17:53
Avatar

Gappa

Group:
Member
Posts:
2,350
Location:
Pianeta Spaceball

Status:


nella recensione di Badtaste hanno riportato "le frasi più rozze" del film d'essai Natale a Beverly Hills, ovviamente vi riporto questi sublimi versi da Dolce Stil Novo!

"se je succhi la zinna esce il latte in polvere"
"Sei sicura che è mio figlio? C'ha na faccia da cazzo..."
"A pistolino d'oro!"
"Le gambe sembrano quelle di mia moglie, ma il culo è da mignottona"
"Pensavo fosse una mignotta, invece era colpa tua"
"Tuo padre era dotatissimo". "Di cervello?". "No, d'uccello"
"La chiamavamo spinella". "Perché fumava?". "No, perché ce la siamo passata tutti"
"Ma è vero il modo in cui è morto mio padre?". "Cioè?". "Affogato nella diarrea?"
"Zio, secondo te che deve fare uno a cui piace una ragazza che sta con un tizio più grande e più bello?". "Se deve attacca' al cazzo"
"Avete parlato della retta?". "Come no, prima l'ho retta e poi l'ho ingroppata".
"Si ricordi che i cazzi saltano sempre una generazione".
"Buongiorno dottor Marchetta". "Dottor marchetta a tua sorella"
(Di fronte a una spogliarellista che espone il sedere) "Dopo aver trovato la pecorina, adesso cerchiamo la pecorella"
"Ma che vuol dire peep show?". "Ebbeh, una pippettina"
"Siamo venuti a farci una bella fregata"
"Oh, guarda che la maiala è mia madre"
"E io che pensavo che tu te la facessi con tuo padre"
"Capisco chi si caca sotto, ma lei si è cacato sopra"
"Ma quali molestie, gli è solo scappata una pompa"
"A maiali", "A scorreggiona", "A rotolo de merda"
"Non mandiamo tutto a puttane per una scopata", "veramente sono quattro anni che scopiamo". "Vabbeh quattro, facciamo due"

Lo sapevo: sono circondato da stronzi!

Casco is back! image
 
PM Email  Top
view post Posted on 22/12/2009, 18:22
Avatar

Gappa

Group:
Member
Posts:
1,015
Location:
das kabinet der doktor kaligarisssssssssss

Status:


NOOOOOO SPOILERONE!!! io volevo andarlo a vedere... :,-(

 
PM Email  Top
view post Posted on 22/12/2009, 18:43
Avatar

Gappa

Group:
Member
Posts:
3,726
Location:
Roma

Status:


CITAZIONE (figlionumero1 @ 22/12/2009, 16:53)
nella recensione di Badtaste hanno riportato "le frasi più rozze" del film d'essai Natale a Beverly Hills, ovviamente vi riporto questi sublimi versi da Dolce Stil Novo!

"se je succhi la zinna esce il latte in polvere"
"Sei sicura che è mio figlio? C'ha na faccia da cazzo..."
"A pistolino d'oro!"
"Le gambe sembrano quelle di mia moglie, ma il culo è da mignottona"
"Pensavo fosse una mignotta, invece era colpa tua"
"Tuo padre era dotatissimo". "Di cervello?". "No, d'uccello"
"La chiamavamo spinella". "Perché fumava?". "No, perché ce la siamo passata tutti"
"Ma è vero il modo in cui è morto mio padre?". "Cioè?". "Affogato nella diarrea?"
"Zio, secondo te che deve fare uno a cui piace una ragazza che sta con un tizio più grande e più bello?". "Se deve attacca' al cazzo"
"Avete parlato della retta?". "Come no, prima l'ho retta e poi l'ho ingroppata".
"Si ricordi che i cazzi saltano sempre una generazione".
"Buongiorno dottor Marchetta". "Dottor marchetta a tua sorella"
(Di fronte a una spogliarellista che espone il sedere) "Dopo aver trovato la pecorina, adesso cerchiamo la pecorella"
"Ma che vuol dire peep show?". "Ebbeh, una pippettina"
"Siamo venuti a farci una bella fregata"
"Oh, guarda che la maiala è mia madre"
"E io che pensavo che tu te la facessi con tuo padre"
"Capisco chi si caca sotto, ma lei si è cacato sopra"
"Ma quali molestie, gli è solo scappata una pompa"
"A maiali", "A scorreggiona", "A rotolo de merda"
"Non mandiamo tutto a puttane per una scopata", "veramente sono quattro anni che scopiamo". "Vabbeh quattro, facciamo due"

I dialoghi di Alvaro Vitali nei '70s al confronto parevano scritti da Woody Allen.

Ma li mortacci, ahooooo! Delicatissimo! Ieri me sò trombato 'na 'zzoccola che m'aveva fatto 'na pompa! Porco de qua, porco de là e 'sto cazzo che te se 'ncula! PROOOOOOOT! Ahooo, ho scoreggiato! Ahooooooo stamo a ffà a qurtura cò a Q maiuscola!

CITAZIONE
Le italiane in vacanza sò 'e 'ppiù troie!

Christian De Sica al figlio scemo in Racconto di Natale di Eric Rohmer

CITAZIONE
Ahooooo! Delicatissimo! Ieri sera me sò scopato quaa' 'zzoccola de tu madre!

Christian De Sica a Edipo (Massimo Boldi) in Natale nell'Antica Grecia


''I have existed from the morning of the world and I shall exist until the last star falls from the night. Although I have taken the form of Gaius Caligula, I am all men as I am no man and therefore I am a God'' (Malcolm McDowell, Caligula)
I play the street life/Because there's no place I can go/Street life/It's the only life I know (The Crusaders, Street Life)
I never lose. Never really. (Alain Delon, Le Samourai)
La vita dovrebbe essere vissuta al contrario.
Tanto per cominciare si dovrebbe iniziare morendo, e così tricchete
tracchete il trauma è bello che superato.
Quindi ti svegli in un letto di ospedale e apprezzi il fatto che vai
migliorando giorno dopo giorno.
Poi ti dimettono perché stai bene e la prima cosa che fai è andare
in posta a ritirare la tua pensione e te la godi al meglio. Col passare
del tempo le tue forze aumentano, il tuo fisico migliora, le rughe
scompaiono.
Poi inizi a lavorare e il primo giorno ti regalano un orologio d’oro.
Lavori quarant’anni finchè non sei così giovane da sfruttare
adeguatamente il ritiro dalla vita lavorativa.
Quindi vai di festino in festino, bevi, giochi, fai sesso e ti prepari
per iniziare a studiare. Poi inizi la scuola, giochi con gli amici,
senza alcun tipo di obblighi e responsabilità, finchè non sei bebè.
Quando sei sufficientemente piccolo, ti infili in un posto che
ormai dovresti conoscere molto bene. Gli ultimi nove mesi te li
passi flottando tranquillo e sereno, in un posto riscaldato con
room service e tanto affetto, senza che nessuno ti rompa i
coglioni.
E alla fine abbandoni questo mondo in un orgasmo.
Woody Allen


tumblr_mcf048AyDT1rbsxueo1_500
o28_00
 
PM  Top
Dottor-X
view post Posted on 22/12/2009, 18:48




Discutendo di questi film mio fratello ha proposto una vasectomia obbligatoria di tutti gli attori di un certo calibro, questo film gli da ragione, vista la fine che hanno fatto i figli di De Sica, Gassman, Tognazzi....
 
Top
Jimmy Matthews
view post Posted on 22/12/2009, 20:58




CITAZIONE (Frank Costello @ 22/12/2009, 17:43)
CITAZIONE
Ahooooo! Delicatissimo! Ieri sera me sò scopato quaa' 'zzoccola de tu madre!

Christian De Sica a Edipo (Massimo Boldi) in Natale nell'Antica Grecia

Questa sì che è un'idea, rileggere i grandi classici della letteratura mondiale come lo farebbero gli sceneggiatori di De Laurentiis :D

Natale a Troia
nel film Achille non muore e Ulisse ed Enea non compaiono, così De Sica può interpretare anche gli altri due personaggi nei capitoli successivi.

De Sica a Conticini: "Ah Patroclo, ma che sei frocio?" (Achille preoccupato del fatto che il suo giovane amico confonda la ginnastica con i sentimenti).

De Sica a Boldi (Ettore): "Ma che m'hai ammazzato il bambolotto trombabile? Li mortacci tua!!!" (Achille torna in battaglia per uccidere Ettore e vendicare Patroclo).
Commento di Ettore. "Bestia che culattun!"

De Sica a Maurizio Mattioli (Dardano): "Ah Dardano, viè qua che te ficco 'sto dardo nel culo". (Achille uccide Dardano e Laogono).

De Sica ad Elena di Troia (Michelle Hunziker): "Ah smandrappo', lo vòi un bel cavallo pieno de sorprese?". (Scena immaginaria di un incontro tra Achille ed Elena)

De Sica: "Ma perché invece di un cavallo de Troia non ce semo fatti 'na pecorina?" (scena alternativa dell'incontro tra Achille ed Elena)

Odissea di Natale
De Sica (Ulisse) a Belen (Penelope). "Penelope, amore mio, ma che te sei ripassata tutti i Proci? Ma sei 'na mignotta"
Belen: "Mica solo i Proci, pure i froci, non è scappato nessuno. Così impari a lasciarmi qui da sola venti anni. Altro che tela, ho cucito i corredi per tutta Itaca".
De Sica: "A saperlo, a quella zoccola de Circe glie davo pure n'altra chiavata. C'avevo due palle talmente gonfie che me facevano da salvagenti, potevo arriva' qua pure senza barca".

Natale a Cartagine
De Sica (Enea) a Sabrina Ferilli (Didone) "Ah Didò, e vedi de sbrigatte co 'sta pompa prima che arriva quel sarchiapone de Sicheo".
Didone: "Ma poi me porti da dove vieni tu?"
De Sica: "Sì, nun te preoccupa', se annamo a magna' alle fraschette, a pia' er fresco a Velitrae e te porto pure ar mare a Fregene. Dai su, mettece un po' de 'mpegno".

Enea scappa e lascia Didone disperata. Lei lo insegue mentre lui se ne va in nave.
Didone: "M'avevi promesso che me portavi co' te. Siete tutti uguali. Se nun me porti co' te me ammazzo con la spada tua".
Enea: "Ah zoccolona, la spada mia te la sei già presa e ammazza se t'è piaciuta. Viemme' a trova, ma nun te porta' quel cornuto de tu' marito".
 
PM  Top
view post Posted on 22/12/2009, 22:30
Avatar

Gappa

Group:
Member
Posts:
2,211
Location:
Twin Peaks

Status:


CITAZIONE (Jimmy Matthews @ 22/12/2009, 19:58)
Natale a Troia

Solo con questo titolo si può tirare giù tutto un film!

Cooper, you remind me today of a small Mexican Chihuahua.
 
PM Email  Top
181 replies since 20/12/2009, 14:10